‘Un respiro per la fibrosi cistica’: motogiro in scooter per sensibilizzare l’Italia

Articolo del: 17 Agosto 2015

Un-respiro-per-la-fibrosi-cistica1Lunedì 10 agosto la partenza da Negrar del motogiro “Un respiro per la fibrosi cistica”. In sella a uno scooter 50 a quattro tempi, siederà Eric Bouius di 54 anni che lavora presso l’agenzia di stampa Ansa ed è appassionato di motori. Il progetto dell’impresa è di percorre tutte le regioni italiane sul suo “cinquantino” nell’arco di un mese, visitando tutte le sedi regionali dell’Ansa per circa 4.800 chilometri.

Il messaggio che Eric andrà portando, sarà una vera e propria campagna di sensibilizzazione nei confronti della fibrosi cistica. Oltre al supporto che in questo modo Eric darà alla Lega italiana fibrosi cistica, il suo viaggio lo percorrerà nel nome di Paolo Castelli, un amico che lavorava per l’Ansa in Emilia scomparso recentemente. La pagina Facbook di Eric verrà costantemente aggiornata durante il tragitto, dalla partenza fino al 9 settembre prossimo quando è previsto il suo rientro. E’ lo stesso Eric Bouius a spiegare l’importanza di tale iniziativa: “Nell’associazione Fibrosi cistica operano numerosi volontari con tanta abnegazione e risultati eccellenti, ma spesso purtroppo sono poco visibili dal punto di vista mediatico”.

Un-respiro-per-la-fibrosi-cistica2Giovedì 13 agosto, Eric ha potuto visitare il Centro di Supporto Fibrosi Cistica Trentino diretto dal Primario dott Ermanno Baldo in compagnia del Segretario della Lega Italiana Fibrosi Cistica Trentino Sig. Luca Tomasi Segretario LIFC Trentino

© 2022 Lega Italiana Fibrosi Cistica Trentino onlus Tutti i diritti riservati.